English

FacoltÀ degli Studi dell’Oriente Antico

  Il Pontificio Istituto Biblico, fondato nel 1909 dal papa S. Pio X e da lui affidato alla Compagnia di Gesù, è un centro di studi specializzati della S. Scrittura e discipline connesse. Nel 1932 alla Facoltà Biblica fu affiancata la Facoltà degli Studi dell’Oriente Antico (conosciuta anche come «Facoltà Orientalistica»), che rilascia i gradi accademici di Licenza e Dottorato in lingue orientali antiche. Può accedere al dottorato solo chi ha già il grado di Licenza.

1. Curriculum per la Licenza in Studi dell’Oriente Antico

Il Curriculum di Licenza della Facoltà Orientalistica è della durata di 3 anni (180 ECTS) e presenta tre percorsi principali:

1) Studi semitici (Ebraico/Aramaico e Filologia del Semitico nord-occidentale)

Gli studenti di questo percorso possono scegliere di specializzarsi in ebraico o in aramaico. Il primo anno prevede lo studio intensivo dell’ebraico e del greco. Successivamente, si procede con i livelli avanzati dell’ebraico e con lo studio di altre lingue semitiche. Sono previsti, inoltre, 30 ECTS di corsi a scelta, di cui almeno due di esegesi dell’Antico Testamento. Tali corsi integrativi in storia, religione e archeologia del Vicino Oriente Antico sono finalizzati ad arricchire le conoscenze sul contesto che ha preceduto e ha visto nascere i testi biblici. Nella tesi finale di Licenza lo studente deve approfondire un aspetto particolare della lingua ebraica o aramaica, dimostrare la propria competenza nella ricerca e imparare a presentare in modo scientifico i risultati raggiunti.

2) Vicino Oriente Antico e studi biblici

Gli studenti di questo percorso conseguiranno una formazione a tutto campo in storia, lingue, culture e religioni del Vicino Oriente Antico. Verrà incoraggiato un approccio di ricerca interdisciplinare all’interno di un’area e lingua di interesse principale, che culminerà con la stesura di una tesi che metta in relazione il mondo della Bibbia ebraica con le culture vicine. Il programma è pensato per offrire agli studenti diverse prospettive (linguistica, storica, socioculturale, religiosa) e differenti metodologie. Nella tesi finale di Licenza lo studente deve approfondire un aspetto particolare della lingua o della cultura accadica o sumerica, dimostrare la propria competenza nella ricerca e imparare a presentare in modo scientifico i risultati raggiunti.

3) Egittologia e studi biblici

  Gli studenti di questo percorso conseguiranno una formazione a tutto campo in storia, lingue egiziane e bibliche, cultura e religione dell’Egitto. Verrà incoraggiato un approccio di ricerca interdisciplinare, che culminerà con la stesura di una tesi che metta in relazione il mondo della Bibbia ebraica con la cultura egiziana. Il programma è pensato per offrire agli studenti diverse prospettive (linguistica, storica, socioculturale, religiosa) e differenti metodologie. Nella tesi finale di Licenza lo studente deve approfondire un aspetto particolare della lingua Egiziana, dimostrare la propria competenza nella ricerca e imparare a presentare in modo scientifico i risultati raggiunti.

Prerequisiti: Greco antico (livello di liceo), una lingua moderna tra Francese e Tedesco, e la conoscenza passiva del Tedesco.

A ogni studente viene assegnato un moderatore che lo assiste nella compilazione del suo programma di studio e nella scelta dei corsi ogni semestre. Il programma deve essere approvato anche dal Decano.

Lo studente che ha già una sufficiente preparazione in ebraico e/o greco ha la possibilità di sostenere il rispettivo esame e può essere dispensato dai corsi di Ebraico I, II, III, IV e/o Greco I, II, III, IV.

Conoscenza delle lingue moderne

   Al momento dell’iscrizione lo studente deve avere una conoscenza della lingua inglese in grado di comprendere le lezioni e la letteratura scientifica (B2). Inoltre, entro il primo anno del curriculum, egli deve dimostrare una conoscenza sufficiente della lingua francese o tedesca, presentando un certificato (B2) o superando un esame. In mancanza di questo requisito, non può iscriversi al semestre successivo.

2. Requisiti per l’ammissione e crediti per studi precedenti

Essendo la Licenza un titolo universitatio di II livello, per l’ammissione è richiesto un titolo universitario di I livello (Baccalaureato o studi eduivalenti). Chi chiede l’ammissione al programma deve presentare:

I candidati già in possesso di una formale preparazione in qualche area degli studi del Vicino Oriente Antico possono richiedere di essere dispensati da alcuni corsi presentando una documentazione ufficiale e completa degli studi compiuti. Non sono previste dispense dai corsi superiori della lingua principale del proprio programma.

I suddetti documenti devono essere inviati alla Segreteria dell’Istituto (Piazza della Pilotta 35 – 00187 Roma) entro il 10 maggio. È possibile inviarli anche per posta elettronica, come allegati (pibsegr@biblico.it). La segreteria comunicherà quanto prima al candidato la decisione della facoltà. In caso di risposta affermativa, al candidato viene assegnato un direttore in funzione del/i campo/i di specializzazione prescelto.

3. Programma di un anno e studenti ospiti

Gli studenti interessati a un programma annuale certificato (non grado accademico) per lo studio di una specifica lingua o aspetto del Vicino Oriente Antico è pregato di contattare il Decano (pibsegr@biblico.it)

Studenti «ospiti» (= studenti che seguono uno o più corsi di proprio interesse ma non tendono al grado accademico) possono essere accettati purché forniti di idonea presentazione. Questi studenti pagano le tasse accademiche in funzione dei corsi che seguono.

4. Visto di ingresso

Gli studenti provenienti da paesi non della Comunità Europea prima di venire in Italia devono ottenere il visto di studente dal consolato italiano nel loro paese. La Segreteria può rilasciare un certificato di pre-iscrizione, richiesto per fare domanda di visto, se sono soddisfatti i requisiti di ammissione indicati sopra, al punto 2. È inoltre necessaria una lettera di presentazione (cf. infra, 6). Ai religiosi si consiglia tuttavia di presentare una domanda di visto di ingresso “per motivi religiosi”.

L’Istituto non provvede all’alloggio.

6. Immatricolazione

Il candidato che ha ricevuto un documento formale di ammissione deve poi fare personalmente l’immatricolazione in Segreteria (ingresso: Piazza della Pilotta 35) nel periodo stabilito (cf. Calendario accademico), portando:

[30.06.2021]                     [ top page ]