INDIETRO / BACK Home Biblioteca Sussidi

R. I. P.


Prof. R.P. John WELCH, S.J.
(1925-2002)


Il P. John Joseph Welch, professore emerito della Facoltà Biblicadal 1972 al 1991, si è spento improvvisamente a Roma il 14 gennaio 2002, all'età di 77 anni.

Nato il 16 dicembre 1925 a Kansas City, Missouri (USA), entrò a 17 anni nella Compagnia di Gesù (8 agosto 1942), compiendovi l’abituale percorso di formazione fino al sacerdozio; fu ordinato sacerdote il 16 giugno 1955. Orientato presto all’insegnamento del latino e del greco, completò il suo tirocinio con il Dottorato in lingue classiche e in linguistica presso l’Università di Philadelphia nel 1962, con la dissertazione: Semi-vowel Patterns, Indo-European to Latin. Dopo aver insegnato lingue classiche all’Università di St. Louis, venne chiamato al Pontificio Istituto Biblico per sostituire il P. Maximilian Zerwick giunto all’emeritato.

Pur assumendo come base dei suoi Corsi il manuale Graecitas Biblica del suo predecessore, il P. Welch si caratterizzò per un approccio alla lingua greca (del Nuovo Testamento e della LXX) più consono alle esigenze della linguistica contemporanea; critico nei confronti di presunti assiomi della grammatica tradizionale (in particolare, sull’aspetto del verbo greco), propugnava un’interpretazione linguistica più attenta alle sfumature desumibili dal contesto. Eccelleva nei contatti personali e nei piccoli gruppi di Seminario, dove la cordialità dei rapporti stimolava la sua acuta sensibilità filologica e letteraria.

Poco incline ad assumere iniziative di ricerca personale in vista di pubblicazioni, si rese disponibile a collaborare con altri, Docenti e Laureandi, sia per indagini in campo filologico, sia per la redazione di Dissertazioni in lingua inglese, dove egli metteva a frutto la sua squisita cultura letteraria, coltivata regolarmente anche mediante gruppi di lettura guidata.

Al compiemtno del 65° anno (1990) aveva chiesto di diventare «emerito» e di interrompere l’insegnamento e si era trasferito alla comunità del Collegio S. Roberto Bellarmino in Roma, dove era rimasto fino alla morte.

L’attività pastorale aveva costantemente accompagnato il suo insegnamento, e si era sviluppata negli ultimi anni. Coloro che dal P. Welch sono stati aiutati personalmente conservano un vivo ricordo della sua finezza d’animo e della sua fedele amicizia.

[ Top ]