INDIETRO / BACK Home Biblioteca Sussidi

ANALECTA BIBLICA - 155

FORNARA Roberto
La visione contraddetta. La dialettica fra visibilità e non-visibilità divina nella Bibbia ebraica,
2004, pp. 624.
 

La visione di Dio è una delle metafore più utilizzate nella storia della mistica e nel linguaggio religioso in genere per parlare dell’esperienza del divino. Stupisce come questo tema sia stato relativamente poco studiato dall’esegesi e dalla teologia biblica, che hanno spesso enfatizzato l’affermazione dell’invisibilità divina (presente in testi quali Es 33,20 e Dt 4,12), sottovalutando altri testi centrati sulla possibilità di vedere Dio (cf Es 24,9-11). Gli stessi studi classici sulle teofanie dell’Antico Testamento hanno considerato molti elementi di questo genere letterario, trascurando òla metafora visiva.

Il presente studio si propone di offrire un panorama completo dell’uso della metafora nella Bibbia ebraica, con ampi saggi esegetici esemplificativi, attinti prevalentemente dal Pentateuco. Ne emerge un’attenzione inaspettata della Bibbia ebraica per questo tema, esplorato mediante il continuo ricorso a strategie lessicografiche, narrative e simboliche, nell’intento di equilibrare costantemente visibilità e non-visibilità: i testi biblici non parlano tanto della visione di Dio o della sua invisibilità, ma lasciano intravvedere la certezza di un’esperienzalvaguardando il Mistero inaccessibile.

Roberto Fornara, è sacerdote dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi. Licenziato in scienze bibliche presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma, dopo aver insegnato per alcuni anni nella Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale (sezione di Genova), ha difeso la sua dissertazione dottorale in teologia biblica presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, città nella quale risiede attualmente. Ha pubblicato articoli e studi in opere in collaborazione e in diverse riviste, nel campo dell’esegesi, della teologia e della spiritualità veterotestamentaria.