English

CURRICULUM PER LA LICENZA IN S. SCRITTURA

> Struttura del curriculum
   > Requisiti per poter cominciare i corsi del curriculum
   > Alcune norme sullo svolgimento del curriculum


A partire dall’anno accademico 2018-19, il curriculum per la Licenza in S. Scrittura avrà una sezione specialistica che, oltre al tradizionale indirizzo esegetico che si focalizza sul testo biblico, offre allo studente la possibilità di una specializzazione alternativa tra due altri indizzi: un percorso che si concentra sul contesto biblico ed un altro che si concentra sullo studio approfondito dell’ermeneutica e della storia delle interpretazioni. [cf. schema qui di seguito]

 

Struttura del curriculum

 

Il curriculum si compone di quattro sezioni e si conclude con la «tesi di Licenza»:

1. Sezione filologica [ECTS 100]:

2. Sezione isagogica [ECTS 16]:

3. Sezione esegetico-teologica di base [ECTS 40]:

4. Sezione specialistica [ECTS 70]:

  Lo studente sceglie uno dei tre percorsi seguenti:

Percorso I

[È quello in vigore dal 1973, che rimane il percorso principale e conserva la sua validità. Si focalizza sul testo biblico ]

Percorso II

[Si concentra sullo studio del contesto biblico, dando allo studente una conoscenza più approfondita delle lingue bibliche, dell’archeologia, della storia e delle religioni del Vicino Oriente Antico e del mondo greco-romano]

Percorso III

[Si concentra sullo studio approfondito dell’ermeneutica e della storia delle interpretazioni della Bibbia in diversi contesti religiosi e in periodi storici e aree geografiche differenti (Wirkungsgeschichte), in modo da creare potenzialmente un ponte tra esegesi, teologia ed esperienza umana di Dio]

Esame finale

Il ciclo degli studi della Licenza si conclude con un lavoro scritto importante (con 30 ECTS), chiamato «tesi di Licenza», con il quale lo studente dimostra in modo complessivo la qualità della sua formazione accademica. Questo lavoro scritto sostituisce un esame di uno dei corsi/seminari della sezione specialistica. Il direttore è normalmente un professore stabile della Facoltà.

L’elaborato verte in genere su un punto (un testo o un tema) importante nel campo concordato con il moderatore. Oltre a inquadrare e dibattere la questione nell’ambito della letteratura pertinente, il candidato deve mostrare di saper sviluppare una propria metodologia di ricerca, con una presa di posizione adeguatamente motivata.

La sua lunghezza deve essere di almeno 160.000 battute e non superiore alle 180.000 battute (inclusi gli spazi ed esclusa la bibliografia). Tuttavia, con il consenso del moderatore, può essere di lunghezza inferiore o superiore, in considerazione della specificità dell’argomento trattato.

 

La stesura finale della tesi di Licenza deve essere consegnata entro un anno dalla conclusione dell’ultimo corso del curriculum. Per chi non la consegna entro questo termine vigono le norme seguenti:
     a) se non sono trascorsi più di due anni dalla fine dell’ultimo corso del curriculum, sarà tenuto a iscriversi per un ulteriore semestre e frequentare un corso con il professore sotto la cui direzione egli intende elaborare la tesi; se egli non avesse presentato nemmeno l’elaborato di seminario, sarà tenuto a frequentare un altro seminario.
     b) se sono trascorsi più di due anni, sarà tenuto a frequentare, oltre al corso per la tesi (ed eventualmente al seminario), un certo numero di corsi, che sarà determinato dal Decano in proporzione alla durata dell’interruzione. Gli esami di tali corsi saranno computati nel curriculum come gli altri corsi

Il tempo richiesto per completare tale curriculum dipende molto dalla conoscenza previa delle lingue bibliche; è normalmente di tre anni per chi supera entrambi gli esami di qualificazione, di quattro anni per chi segue i corsi introduttivi.

[ Inizio pagina ]


Requisiti per poter cominciare i corsi del curriculum


 

1. Un’adeguata conoscenza generale della Bibbia. Per potersi iscrivere ai corsi del curriculm per la Licenza in S. Scrittura, ogni studente dovrà dimostrare una adeguata conoscenza generale della Bibbia. Tale conoscenza viene verificata per mezzo di un esame [vedi: esame conoscenza biblica].

2. Una sufficiente conoscenza della lingua latina che permetta di consultare con frutto i principali strumenti di lavoro. Lo studente deve presentare un attestato dal quale risulti che ha frequentato un corso della durata di almeno due semestri per due ore settimanali.

3. Una sufficiente conoscenza della lingua italiana tale da poter seguire le lezioni dei corsi. Gli studenti che non sono di madrelingua italiana, devono presentare un attestato che dimostri l’acquisizione di un’adeguata preparazione (ad esempio il corso di circa 100 ore offerto dalla Pontificia Università Gregoriana immediatamente prima dell’inizio dell’anno accademico) [A Roma ci sono vari istituzioni che offrono corsi equivalenti]. Sono dispensati dalla presentazione di un attestato anche gli studenti che dimostrino di avere una sufficiente conoscenza per esperienza acquisita (ad esempio hanno compiuto gli studi teologici in Italia).

4. Per l’ammissione ai corsi «A» di greco ed ebraico biblico, ai corsi della sezione esegetico-teologica e ai seminari è richiesta un’adeguata conoscenza del greco e dell’ebraico. Tutti gli studenti devono sostenere gli esami di qualificazione di tali lingue (vedi: Esami di qualificazione) oppure superare gli esami dei corsi introduttivi (vedi: Corsi introduttivi) prima di essere ammessi ai suddetti corsi;


N.B.: Oltre alla conoscenza della lingua italiana, è richiesta la conoscenza di due tra le seguenti lingue moderne: francese, inglese e tedesco. La conoscenza deve essere dimostrata superando un esame o presentando attestati di corsi fatti. L’esame di una delle lingue deve essere sostenuto durante il primo semestre d’iscrizione ai corsi per la Licenza (a novembre o a marzo, secondo i casi). Quelli che seguono i corsi propedeutici possono sostenerlo durante quest’anno. L’esame dell’altra lingua deve essere sostenuto non più tardi del terzo semestre della Licenza. In ambedue i casi, chi non supera l’esame deve farlo prima di iscriversi al semestre successivo.

[ Inizio pagina ]


Alcune norme sullo svolgimento del curriculum


 

In ogni semestre è consentita l’iscrizione a un numero di corsi/seminari equivalenti a circa 30 ECTS.

Chi segue un solo corso introduttivo ed ha già completato il requisito dell’altra lingua, può iscriversi ad altri consentiti, più il Proseminario di Metodologia, fino a circa 30 ECTS.

Nei due semestri sucessivi all'anno introduttivo si consiglia di seguire i corsi della sezione isagogica e quelli di introduzione.

I corsi A-B di greco e di ebraico, i corsi di Introduzione e quelli della sezione isagogica si completano normalmente nel I anno di Licenza (dopo l’anno introduttivo o gli esami di qualificazione).

Per poter seguire i corsi di Teologia dell’AT e del NT è necessario aver seguito almeno due corsi di esegesi del testamento corrispettivo.

Agli studenti che scelgono il 1° percorso della sezione specialistica si raccomanda di seguire almeno un corso in una delle grandi sezioni dell’AT e del NT:

- AT: Pentateuco, libri storici, libri profetici, libri sapienziali e poetici.

- NT: Sinottici+Atti degli Apostoli, letteratura giovannea, lettere paoline.

[ Inizio pagina ]